WHAT


16:19, 09 Nov 18


Esperienza Pepe

Urban Intervention Camp - Ex Caserma Pepe - Lido di Venezia

PARTNERS:
Agenzia del Demanio - programma nazionale Temporary Use | Encore Heureux Architects | Lieux Infinis - The French Pavilion at the 16th Architecture Exhibition of the Venice Biennale with - Le Centquatre (Paris), L’hôtel Pasteur (Rennes), La Grande Halle (Caen), Les Ateliers Médicis (Clichy Sous-Bois), La Friche Belle De Mai (Marseille),Le Tri Postal (Avignon), Les Grands Voisins (Paris), Le 6B (Saint-Denis), La Convention (Auch), La Ferme Du Bonheur (Nanterre) | Lag Architektur Und Schule”


Biennale Urbana è un’associazione culturale che dal 2016 promuove il progetto Urban Intervention Camp (U.I.C) per il ri-uso temporaneo del maestoso complesso militare della Caserma Guglielmo Pepe, già principale struttura difensiva della Serenissima costruita tra il 1591 e il 1595 al Lido di Venezia. Dopo quasi due decenni di abbandono, grazie a una concessione annuale ricevuta dall’Agenzia Demanio, dal 25 maggio 2018 si apre la terza stagione di U.I.C. con Esperienza Pepe. Abitare un luogo dell’oblio significa contribuire al miglioramento spaziale dello stesso per permettere la presenza dell’uomo e la sperimentazione di nuovi linguaggi estetici che si materializzano in dispositivi di adattamento e trasformazione dello spazio reso inospitale dal tempo.

Per rianimare una parte strategica della città attraverso un programma articolato di attività ed eventi, Biennale Urbana ha invitato Lieux Infinis, l’esposizione del Padiglione Francese per la 16° Biennale di Architettura di Venezia, per co-produrre un’esperienza culturale irripetibile, dove la presenza del team francese permette di sperimentare su campo il tema proposto per la Biennale di Architettura ed esposto dentro il Padiglione. In questo modo, con la collaborazione del padiglione francese, Biennale Urbana potrà sperimentare forme d’integrazione tra ciò che sta “dentro” e “fuori” Biennale, tra istituzione culturale e territorio.

Il programma di attività previste, infatti, include sia una serie di incontri e seminari con i 10 luoghi esposti all’interno del Padiglione Francia, sia attività didattiche, eventi e produzioni culturali transdisciplinari con diversi partners locali ed internazionali.

Lieux Infinis è l’esposizione presentata al Padiglione francese dallo studio di architettura Encore Heureux per raccontare le storie di 10 luoghi all’avanguardia perché esplorano strategie, promuovono la dimensione collettività e la valorizzazione del contesto urbano grazie a dei processi innovativi e sperimentali: Le Centquatre (Paris), L’hôtel Pasteur (Rennes), La Grande Halle (Caen), Les Ateliers Médicis (Clichy Sous-Bois), La Friche Belle De Mai (Marseille),Le Tri Postal (Avignon), Les Grands Voisins (Paris), Le 6B (Saint-Denis), La Convention (Auch), La Ferme Du Bonheur (Nanterre) Il progetto “Lost Traces” Con “Lag Architektur Und Schule” (Consorzio di Architettura e Scuole della Baviera) Progetto Finanziato Per L’anno Culturale Europeo 2018 (European Cultural Heritage Year)

WHAT ?

FUTUR

GIULIA MAZZORIN
16:19, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:17, 09 Nov 18

45.427717 — 12.358368

GIULIA MAZZORIN
16:15, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:13, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:12, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:11, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:10, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:07, 09 Nov 18

GIULIA MAZZORIN
16:06, 09 Nov 18

Stupendo

ANDREA BORTOLOTTO
16:06, 09 Nov 18

10:13, 19 Apr 18

Facebook

Twitter

info@biennaleurbana.com

download Telegram
to Join our Fluxes